Sentire il Portogallo.

A melhor maneira de viajar è sentir – Fernando Pessoa

LisbonaCabo da Roca Lisbona Lisbona to Cabo da Roca Cascais

Me ne hanno parlato tanto, tutti mi hanno consigliato qualcosa, c’è Qualcuno che addirittura si è preso la briga di scrivermi una mail con un rapido percorso per andare a toccare tutte le corde. Ma, come le più grandi composizioni, è l’improvvisare che rende meravigliosa un’opera.

Il Portogallo, a mio dire, è qualcosa di magico e speciale. Da tempo era coltivato ed occupava il suo posticino nell’angolo dei desideri, ma davvero a tutto c’è un perchè e se questo viaggio l’ho fatto solo ora, forse comincio a capirne il vero motivo di tutto ciò.

E’ impossibile cercare di racchiudere e spiegare quello che abbiamo vissuto, ci sarà tempo e modo, accennando a indirizzi e consigli che, comunque, saranno ‘solo’ da spunto a coloro che ne seguiranno traccia.

Il bello del Portogallo è PERDERSI.

Porto e le sue case, una simile all’altra ma diversa, le comari nelle vie, i panni stesi. Il mercato, le sardine così gustosamente stupende, il tramonto, i panorami diversi, gli artisti malinconici, la saudade che si respira. Gli occhi belli di ragazzi dolci, i ristoranti portoghesi, di quelli che ti sembra di essere in una cartolina. Le strade che costeggiano l’oceano. Lisbona e la sua luce. Le braccia che conosci e quelle che ti salutano per la prima volta. I binari, la calma della gente, le lenzuola conosciute in una casa piena di Paesi del mondo. L’infinito, il caldo, i sorrisi e l’idea di essere tutti sotto lo stesso cielo. La pasticceria davanti casa, le salite a fatica, la musica di fondo.

La voglia di vivere e capire di sta vivendo.

Perdersi in strade che non hanno incrociato le tue già conosciute. Perdersi in piatti sconosciuti ma che, con fiducia, ti attirano a sè come se volessero dirti ” provami “: Perdersi in braccia di persone che per farsi conoscere ti sorridono sempre più. Perdersi nel vento e sentirsi, per la prima volta, veramente parte del mondo. Perdersi nelle luci che riflettono sul terreno quando la luce diventa rosata. Perdersi nelle note di Buba, che suona lì, da 10 anni e ti riconosce come fossi sua amica datata. Perdersi in divani che fanno venir voglia di coccole. Perdersi nella bellezza di una grigliata di pesce, del vino da stappare, perdersi nelle lingue che non conosci e che, con oggi, hai voglia di inseguire. Perdersi a Quella grande cosa chiamata Amicizia che è davvero la base della mia Vita.

La fine di una Terra pronta per iniziarne una nuova, fatta di acqua e di mare.

A me, che nulla rimane più. A me, che di casa ne ho già una. A me, che son sempre alla ricerca di Quel che mi aspetta domani. Con la Gioia nel cuore di una persona che ha Vissuto una settimana.

Si può sognare.

Si può sentire.

E io ho sentito questo Portogallo, per questo posso dire di aver viaggiato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...