Come il vento, non lo vedo ma lo percepisco..

Un altro ragazzo. Un incidente, mentre tornava a casa del lavoro.
E così, nel giro di un istante, un attimo, qualcosa di sbagliato è entrato in un vortice di lotta durato poco più di una notte.
Non lo conoscevo Cipo io, ma mi son trovata tra le braccia un’Amica che dietro a lui ha versato lacrime, dopo aver appreso la notizia al telefono.
E che devo fare, se non cercare di trovare conforto in queste parole?

Per Me Credere è Tutto, ma non per tutti lo è.
Spero di esser riuscita, in qualche modo, a donarle un piccolo di Speranza.
Hanno donato il Cuore di questo ragazzo.. Vivrà, negli occhi e nei battiti di un’altra persona.

Non so ragazzi, quando succedono queste cose parecchi Amici non capiscono come io possa trovare quiete.. so solo che da quando ho la mia Nonna nel cuore, ho cambiato il modo di Guardare la Vita.

5 Settembre 1892 – Molti chilometri a Nord dell’ultimo caseggiato avvistato
“Riporto queste parole che il capotribù ha pronunciato oggi in un discorso per la morte di un giovane lappone, del quale sfortunatamente non conosco il nome: era un ragazzo simpatico, tempo fa fui ospitato nella sua tenda. Queste parole mi hanno particolarmente colpito, sicchè le riporto perchè mi siano di conforto più avanti nella vita:

<>

Vi lascio un dolcetto prodotto in un pomeriggio di relax, come quelli che da tempo non capitano.
Comincia il primo freddo, e questa torta ha il calore che ti serve per sentirti abbracciato anche quando vivi un pomeriggio nella solitudine!

Credete in ogni Giorno ragazzi!

CROSTATA CON CREMA DI MELE, PERE E CANNELLA

200gr. di farina
100gr. burro
70gr. zucchero
1/2 bustina di lievito
1 uovo + 1 tuorlo

2 mele
3 pere
1 cucchiaio di cannella
2 cucchiaini di lievito
100gr. farina
100gr. zucchero
1 uovo
un pizzico di sale

Formare una palla di frolla e metterla a riposare in frigo per mezzora (io ho dimezzato la dose che uso solitamente come pasta).
Sbucciare la frutta e tagliarla finemente, dopodichè metterla a cuocere in padella con 100ml di acqua e un pò di zucchero fino a renderla poltiglia.
Quando è morbida, toglierla dal fuoco e lasciarla intiepidire, passarla poi velocemente col minipimer.
Sbattere l’uovo con lo zucchero, senza montare troppo, unire la farina, sale, lievito e cannella; aggiungo la frutta ridotta in purea e mescolo.
Una volta stesa la frolla in uno stampo da circa 22cm di diametro, ci verso il composto.
In forno a 180°C per 30minuti.

Annunci

2 risposte a “Come il vento, non lo vedo ma lo percepisco..

  1. La vita sempre rimane nella vita , perchè davvero siamo piccole parentesi e per questo l'essere ogni giorno , ogni istante il meglio di noi stessi è la cosa più importante , per lasciare , in qualsiasi momento la parte migliore di noi a chi ci ama.la Speranza è un Dono ed è Verità .vi abbraccio entrambe forte .

    Mi piace

  2. sei saggia…di quella saggezza antica che ci era stata donata e che quasi tutti gli uomini hanno perso…sei saggia coma la luna che splende, può essere che non ti capiscano, ma non fa nulla.
    un abbraccio SIlvia cara

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...